Biografia

Massimiliano Precisi nasce a Pisa nel 1982. Non segue un percorso accademico convenzionale e la sua formazione è lontana dal campo artistico: si diploma in ragioneria e non seguirà mai un vero e proprio percorso in accademia.

La passione per la pittura nasce dalla contemplazione dei dipinti di Francis Bacon di cui segue la linea controversa e ambigua: protagonisti dei suoi dipinti volti tormentati e allucinati, deformi e straziati, aggrediti dalla violenta pennellata.

L’artista traccia poche e rapide linee guida sulla tavola di cui non resta traccia ad opera finita, secondo una logica personalissima. La pittura di Precisi non segue regole e vede la compresenza di linguaggi diversi: pittura e collage, tecniche miste, colori psichedelici e contrasti azzardati.

Seppur pervasa da suggestioni, dall’espressionismo al fauvismo, all’amato Francis Bacon, la sua poetica è originale e stravagante: Precisi inonda la tela di colore, predilige una linea incisiva e netta tracciata con mano sicura, pervade la superficie pittorica di rette imprecise e mosse da moti ondosi, rotatori, confusi.

I soggetti prediletti sono uomini o donne, ma non vi è spazio per l’umanità nei suoi dipinti: soffocati dal segno che si dimena rabbioso sulla tavola, sommersi dai contrasti violenti di colore, il vero protagonista è il lato ipocrita, falso e contraddittorio della nostra società.
Quella di Precisi è una pittura istintiva, d’azzardo, di sperimentazione e irrequietezza.

Laboratorio Redhouse

Nel mio Laboratorio, Cascina, (Pisa) RedHouse

Street Art a Lajatico, Teatro del Silenzio, ArtInsolite

L’invenzione di una Specie Evoluta, questa opera di 150×150 è il risultato di uno studio sull’opera di Leonardo da Vinci “L’Adorazione dei Magi”, una versione moderna della versione geniale di Leonardo. Il lavoro è un orgia di colori figure, occhi , orecchie che escono dal quadro in un avvolgente clima di terrore.